Antonio Gian Paolo Garganese

Keen about music

Un tè con Zeffirelli

Published by Antonio Gian Paolo Garganese in reviews

Date Jun 16, 2019

Deve essere proprio vera la storia che da morti siamo tutti migliori anche agli occhi dei nemici e denigratori, muoviamo a umana compassione, e che poi chi muore giace e chi vive si dà pace.
Per tutta una vita-accanto, certo, alle fortune e consensi di Zeffirelli-ho sempre sentito lamentazioni per...

E’ scabroso alle donne affidar (Mozart). Le nozze di Figaro a Firenze

Published by Antonio Gian Paolo Garganese in reviews

Date Jun 16, 2019

A Mozart piacevano le donne, è noto.
Piacciono anche ai programmisti del Maggio Musicale e vari responsabili più o meno, che si son dati da fare dal famoso allestimento bislacco della “Carmen” anti-femminicidio.
Ecco infatti un Mozart al femminile (preludio di studi ulteriori nel repertorio di...

A Firenze, Barenboim-Mehta: 1 a 1

Published by Antonio Gian Paolo Garganese in reviews

Date Jun 2, 2019

In effetti si è trattato di un trionfo per Barenboim in un teatro praticamente stracolmo ed osannante, ma che-paradossalmente-ha raggiunto un grado più personale ed attrattivo nel bis, con lo Chopin a sua volta seducente e rapsodico della lunga “Ballata” n.1 in sol minore op.23. Come tale il...

I cessi della Scala (Altri tempi)

Published by Antonio Gian Paolo Garganese in reviews

Date Jun 14, 2019

In un commento derivato da FB di un antico appassionato del Teatro del Maggio Musicale fiorentino, riflettendo sulle inadeguatezze della costosa e di pochi anni fa struttura là nata, si diceva (cito):

>>>E i gabinetti? Nemmeno negli autogrill ce ne sono di simili. Si vedono i piedi di chi sta...

Il miracolo di Asmik (“Die tote Stadt” alla Scala)

Published by Antonio Gian Paolo Garganese in reviews

Date Jun 11, 2019

[tempo di lettura: 4-6 min.]

Siccome un buon "critico" deve cercare le dolenti note ovunque, specie allorquando il coro di giubilo è unanime, troverò in questa nota tutto il "male" possibile dell'evento in oggetto, non per gioco ma per metodo. Mi serviranno anche le osservazioni blasonate e meno...

Taci, il nemico ti ascolta (copia ed incolla)

Published by Antonio Gian Paolo Garganese in reviews

Date Jun 4, 2019

Avvertiva il brillante Beniamino Dal Fabbro il giovane critico in carriera, allorché quest’ultimo fosse andato all’opera, di tenere per se stesso i suoi commenti e le proprie osservazioni, di non palesarle a voce alta, ché-dal palco accanto-poteva orecchiare qualcuno, che cogliendo l’originale e...

Lo jettatore all’opera (all’Opera). Di Firenze.

Published by Antonio Gian Paolo Garganese in reviews

Date Jun 1, 2019

[tempo di lettura: 2-3 minuti – 43 righe]

E’ simpatico (talvolta) che qualcuno colga al volo la tua discussione post teatro e ti si avvicini educatamente per dire la sua, confortarti, precisarti, raccontare, correggere, approfondire, chiosare.
Però non sopporto gli jettatori, in questo caso una...

Mari e monti. Parola di Nardella. Chiarot conteso dalla Scala resta a Firenze.

Published by Antonio Gian Paolo Garganese in reviews

Date May 31, 2019

[Tempo di lettura: 2-3 minuti – 40 righe]

E’ freschissima notizia odierna, enfatizzata dalla stampa fiorentina interessata, che il rieletto Sindaco indigeno non abbia fatto trascorrere invano il tempo della sua propria riconferma, vittoria confinata in un’isola del centro Italia, ed abbia...

Il pezzo è mio e me lo gestisco io (ossia L’inutil precauzione)

Published by Antonio Gian Paolo Garganese in reviews

Date May 31, 2019

Ha un bell’avvertire Alberto Mattioli nel convegno milanese sulla critica

www.circuitomusica.it/articles/21551/il-…

(vedi la nostra sintesi video ivi), che se scrivi un pezzo di 8 pagine (1 pagina=1800 battute spazi inclusi) sul Web non lo legge nessuno manco se sei Eduard Hanslick e...

Un capolavoro del Novecento: “Die tote Stadt” di Korngold alla Scala

Published by Antonio Gian Paolo Garganese in press review

Date May 27, 2019

[Tempo di lettura: 2-4 min.]

“Preoccupava” Richard Strauss e lo stupiva l’ingegno precoce di Erich Wolfgang Korngold (1897-1957), considerato direttamente da Mahler come “un genio, un genio” senza mezzi termini; il musicologo Ernest Newman poi lo descrisse come “il nuovo Mozart”. E Puccini...