Paolo Isotta su Luca Ciammarughi

Dal libro "Altri canti di Marte" (Marsilio)

Details

Created by Luca Ciammarughi · Book

" [...] Luca Ciammarughi: un giovane pianista milanese nato nel 1981 coltissimo e quasi rischiante d'essere un intellettuale [...] ma per fortuna capace d'evitarlo in limine. [...] La sua figura d'interprete è essa sì davvero meritevole d'interesse: se ha lasciato un bel segno coll'ultima Sonata di Schubert, quella in Si bemolle maggiore, da lui interpretata con ductus ampio e sereno, la sua passione si volge soprattutto verso un pianismo settecentesco che il malinteso storicismo vuole clavicembalismo. Ha inciso le Suites di Rameau, che appartengono alla grande storia del pianoforte e che mi affascinano fin da quando ascoltai diciottenne al San Carlo eseguirne una François-Joel Thiollier (i puristi storcevano il naso: a quell'epoca ci voleva coraggio per eseguire Bach, Scarlatti e Rameau al pianoforte). Le interpretazioni di Ciammarughi sono di altissimo livello e mettono capo a una ricerca timbrica quale può essere concepita solo da un artista nato nel Novecento e tuttavia facente parte della sfera di possibilità intrinseche al testo."

Source "Altri canti di Marte" di Paolo Isotta (Marsilio Editore) · Date Oct 22, 2015