Chicos Mambos: la perfezione che fa ridere

Le standing ovation per la compagnia guidata da Philippe Lafeuille

Details

Created by Dejan Bozovic · Review

Dopo il premio ottenuto al Festival di Avignone, più di 250 spettacoli sui palcoscenici internazionali, sei mesi consecutivi di repliche sold out a Parigi e circa un milione di spettatori complessivi, i Chicos Mambo infervorano il Politeama Rossetti triestino con il loro “Tutu”, presentato nell'ambito del Festival TS Danza 4.0. Guardando i sei avvenenti ragazzi nei panni delle ballerine inverosimilmente impeccabili e resistenti sulle punte, impossibile non pensare ai Trocks, però la compagnia francese, fondata a Barcellona dal attuale direttore e autore di coreografie Philippe Lafeuille, va oltre la tecnicamente perfetta e irresistibilmente ironica parodia del balletto classico.
Nell'amorevole mirino dei Chicos convergono non solo tutti i passaggi compiuti dalla danza scenica, cominciando con le sue articolazioni romantiche per sfociare nelle espressioni più moderne, d'avanguardia, bensì tutte quelle derivazioni spesso, e non senza motivi, considerate più o meno kitsch, dalla ballerina che volteggia sul carillon, ai sorrisi stampati delle coppie impegnate con il liscio e alla ginnastica ritmica.
Si ride tanto con questi strepitosi ballerini proprio grazie al trascinante amalgama in cui si fondono la loro genuina e prorompente passione per la danza, l'altrettanto impetuosa bravura, le ammirevoli spigliatezza e immediatezza scenica, lo scatenato spirito con il quale prendono in giro se stessi nonché il mondo artistico – senza tralasciare le legende quali Pina Bausch o Carolyn Carlson - di cui sono rappresentanti del tutto singolari.
Il merito, manco a dirlo, va soprattutto all'anima e cervello della compagnia, l'estroso e fantasioso Philippe Lafeuille che dopo le standing ovation coinvolge l'intera platea in una coreografia sulle note del Waltz 2 dalla Jazz Suite No. 2, scandita dalle esecuzioni corali del brano. L'entusiasmo del pubblico è unanime, condiviso dagli scolaretti e da coloro che lo sono stati molti decenni fa, a prova che non sia necessario avere una preparazione né riconoscere tutti i riferimenti e le citazioni per passare una bellissima serata con i Chicos Mambo e le maître Lafeuille.

Date 2018