Il Requiem di Mozart ad Ascoli, molto più di un concerto

Details

Created by Nikos Angelis · Review

Al giovane controtenore italo-greco Nikos Angelis, direttore artistico dell’Associazione Culturale Medea, l’onore e l’onere di introdurre il concerto con la sequenza gregoriana del Dies irae il cui testo è attribuito a Tommaso da Celano. Ed è subito emozione perché la voce di Nikos è proprio quella che immagino possano avere gli angeli. «Abbiamo deciso di inserire prima dell’esecuzione del Requiem di Mozart la sequenza gregoriana del Dies Irae tratta dalla Missa Pro Defunctis che viene ripresa da Mozart nel suo Requiem, per evidenziare come il corso della storia cambia il modo di vedere la realtà» spiegano Nikos Angelis e Nazzareno Menzietti «La sequenza gregoriana dà un senso di tranquillità dovuta alla speranza di redenzione che caratterizza l’homo christianus. Il Dies Irae di Mozart, nella sua immediatezza espressiva, è il linguaggio di un uomo che ha conosciuto il sapere critico dell’Illuminismo, ha visto il passaggio da un sapere piramidale ad uno enciclopedico».

Source Il Graffio · Date Nov 7, 2018