Il baule (“Gliè tutto da rifare”)

Details

Nel mondo, ma specie in Italia, ogni tanto compare un baule, perfettamente conservato nei decenni e nel tempo, pieno di ricchezze documentarie insospettate o meno, inattese od attese e che viene aperto un bel giorno.
Che l’abbian conservato i frati di tal convento, le suore, gli addetti del museo, i discendenti poco importa.
In Italia poi-come in epoca nazista nella Germania-si facevano almen tre copie e veline di tutto, ed è per questo che malgrado le bombe, le censure, i roghi, resta e sopravvive il carteggio, la testimonianza, a godimento degli storici ed appassionati.

Il baule con le cinquemila “pagine inedite” di varia tipologia di cui alla notizia del 18 scorso data dal “Giornale” [1] fonte “Classic Voice” e “Istituto Studi Verdiani”, annuncia l’esibizione di ” 5434 pagine autografe, mai apparse prima, che testimoniano come il compositore lavorasse alle sue opere, con modifiche, correzioni, persino ripensamenti e incertezze nel suo lavoro”.

Il mitico baule di Sant’Agata, tramandato dagli eredi, offre certamente un bel materiale, che se non venne distrutto dal compositore in vita come altri han fatto, testimonia la volontà dell’Autore per non buttar via nulla, ad ogni buon fine, prove o altro; oppure trattasi di casualità, di dimenticanza.
Si sa che Beppino era drastico su certe cose.
La versione pubblica, definitiva è quella dell’editore: “il resto è silenzio”.

Ma l’uomo contemporaneo ha bisogno di frugare, sapere, curiosare, mettere il naso, spettegolare.
I musicologi son sempre pronti e a caccia, per una ennesima edizione critica.
Così già li vediamo impegnati, uniti ad ineffabili critici di corrieri e corrierini, per mettere i puntini sulle “i” (e assieme con qualche “Maesschtre”): certo, nel “Ballo in maschera” si canta così’-secondo lo spartito stampato vivente Verdi-ma nel fondo del baulazzo ci sta un foglietto, con una macchia di prosciutto, che informa la possibilità alternativa di quelle tre note…

La Storia si fa con i documenti, lo sappiamo. Evviva i documenti dunque. Alla larga però le manipolazioni a posteriori e gli appropriamenti indebiti.
Il Maestro vi avrebbe mandato a quel paese, senza passare dal via...

[1] www.ilgiornale.it/news/spettacoli/baule-…

Date Jan 21, 2019