"Suono, Spazio, Inclusione" a Palazzo Ducale

Ruggero Laganà

Details

GOG Giovine Orchestra Genovese
in collaborazione con Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura

"Suono, Spazio, Inclusione"

Venerdì 17 novembre, ore 18:00
Ingresso gratuito

Ruggero Laganà, clavicembalo

Musiche di Domenico Scarlatti, Carlo Galante, Ruggero Laganà, Franco Donatoni.

Da domenica 1° ottobre Palazzo Ducale sarà la sede del nuovo ciclo di concerti della stagione GOG 2017/2018, “Suono, Spazio, Inclusione”.
Il progetto proporrà a diversi pubblici, informati e coinvolti, un’ipotesi di alfabetizzazione della musica. Il suono diventa l’elemento da porre al centro dell’ascolto della musica, arte del suono.
Le composizioni proposte nei programmi degli incontri a Palazzo Ducale saranno accompagnate da presentazioni attinenti il periodo storico e i legami culturali col tempo dell’opera
Ad accompagnare in questo “concerto dialogante” il pubblico provvederanno gli esecutori e un musicista o un musicologo accompagnati dal direttore artistico della GOG, Pietro Borgonovo.
Il progetto si caratterizzerà per la presenza di uno speciale supporto video: su uno schermo sarà visibile la partitura ingrandita della composizione in ascolto. Verranno date semplici indicazioni sulla lettura del segno musicale, dapprima attraverso l’osservazione delle linee melodiche e della loro curvatura, così da intuire il movimento delle altezze dei suoni e i loro cambiamenti verso l’acuto o il grave, in seguito illustrando progressivamente il significato delle distanze delle note e lo scorrere del tempo, infine fornendo nozioni sulla metrica e la dinamica scritta.

Ruggero Laganà si è formato musicalmente nel Conservatorio della sua città, Milano, dove è docente di Teoria ed Analisi e Tastiere storiche. Si è diplomato in pianoforte, clavicembalo e composizione, perfezionandosi con F. Donatoni (composizione), K. Gilbert (clavicembalo), L. Alvini (fortepiano). Ha intrapreso la duplice attività di esecutore e compositore, affermandosi in numerosi concorsi internazionali (due Concorsi Rai 1981/1985, Premio Guggenheim Venezia-NewYork 1982, Premio Toscanini di Parma 1995, Concorso clavicembalistico di Roma, Bologna, Parigi ed altri).
Sue composizioni, edite da Suvini Zerboni, sono state eseguite nei principali festival di musica contemporanea del mondo e due opere liriche sono state rappresentate alla Piccola Scala e al Piccolo Teatro di Milano e diffuse da Rai3.
Come clavicembalista, fortepianista e pianista ha tenuto più di 600 concerti e registrazioni in Italia e all’estero come solista, con Orchestre ed Ensemble e in duo con artisti come Pavel Vernikov, Kenneth Gilbert, Laura Alvini, Mariolina De Robertis, Lella Costa, Ugo Pagliai, Ottavia Piccolo e tanti altri. Dedicatario di varie composizioni di autori contemporanei, ha eseguito diverse prime esecuzioni assolute, fra cui alcuni brani per cembalo ed elettronica in un concerto delle Settimane Bach della Società del Quartetto di Milano, trasmesso da emittenti radiofoniche europee, canadesi e giapponesi.
Ha inciso inediti mozartiani in 2 cd distribuiti in 60.000 copie e, recentemente, il doppio Cd Speciale Amadeus Follie, stravaganze, bizzarrie”¦ per cembalo e fortepiano, accolto con grande entusiasmo da pubblico, critica e musicisti come H. Dreyfus, G. Leonhardt, K. Gilbert.