Ning Feng - violino, Dario Bonuccelli - pianoforte

GOG Giovine Orchestra Genovese in collaborazione con Paganini Genova Festival

Details

Genova, Teatro Carlo Felice
Lunedì 21 ottobre, ore 20:30

GOG Giovine Orchestra Genovese
in collaborazione con Paganini Genova Festival

Ning Feng, violino
Dario Bonuccelli, pianoforte

Ludwig van Beethoven
Sonata in mi bemolle maggiore op. 12 n. 3

Johannes Brahms
Sonata n. 3 in re minore op. 108

César Franck
Sonata in la maggiore

Niccolò Paganini/Fritz Kreisler
I Palpiti

Nato a Chengdu, in Cina, Ning Feng ha studiato al Conservatorio di Sichuan, alla Hanns Eisler School of Music di Berlino e alla Royal Academy of Music di Londra.
Nel 2006 ha trionfato al Premio Paganini, un anno dopo aver vinto il Primo Premio al Concorso internazionale "Michael Hill" in Nuova Zelanda. Ha inoltre partecipato ad altre competizioni quali il "Queen Elizabeth" e lo "Yehudi Menuhin".
Ning Feng è particolarmente apprezzato dalla critica per il grande lirismo espressivo, l'innata musicalità e il fascino del suo virtuosismo, in grado di produrre una amplissima gamma di colori.
Suona un violino Stradivari del 1721, conosciuto come MacMillian.

Dario Bonuccelli si è diplomato al Conservatorio "Paganini" di Genova, col massimo dei voti, lode e menzione d’onore. Presente in moltissimi concorsi nazionali ed internazionali, ha conseguito quarantadue primi premi, di cui venticinque assoluti.
Dario Bonuccelli ha tenuto il suo primo recital solistico nel 1998 e, quattordicenne, ha debuttato come solista con l'Orchestra da Camera di Stato del Kazakistan: da allora si è esibito in oltre duecentocinquanta concerti in Europa e Giappone.

Il concerto di Ning Feng e Dario Bonuccelli propone un programma musicale, romantico e allo stesso tempo di grande virtuosismo strumentale, nel quadro della collaborazione con il Paganini Genova Festival - giunto nel 2019 alla sua terza edizione, un omaggio al più grande violinista di tutti i tempi, Niccolò Paganini, da parte della sua città natale.
Ning Feng e Dario Bonucelli solista e camerista interpreteranno tre fra le più celebri Sonate per violino e pianoforte, oltre ad un affascinante, virtuosistico brano di Paganini.
La Sonata di Beethoven è dedicata rispettosamente a Antonio Salieri, alla cui scuola Beethoven apprese l'arte drammaturgica italiana, oltre alla lingua del nostro paese.
La Terza Sonata di Brahms è un formidabile esempio dell’impegno dell’autore nell’assegnare alla musica da camera un ruolo “sinfonico” assoluto, risvegliando la nobiltà strumentale dell’epoca classica; nobiltà che si riconosce anche nella stupenda Sonata di César Franck, maestro dell’austerità nella forma musicale.